Skip to content Skip to footer

10 scatti per 10 suggestivi scenari da immortalare a Gratteri

Vi indichiamo almeno 10 punti strategici dove potrete scattare le vostre più belle foto e immortalare gli angoli più caratteristici di Gratteri:

CARRUBBEDDA

Si trova alle porte del Paese così chiamata per la presenza di un albero di carrubo che viene citato fin dai Riveli del 1500. Da lì vi si aprirà innanzi un vero e proprio presepe, un angolo della Sicilia più autentica.

PONTE DELL’ECCE HOMO

Proseguendo verso il Belvedere, fermatevi al ponte dell’Ecce Homo, dove è presente un’edicola votiva del Cristo. Una foto da quell’angolazione è d’obbligo per immortalare un ameno paesaggio bucolico d’altri tempi con pascoli rigogliosi innanzi la suggestiva chiesetta del Convento con il suo medievale campanile. Durante le giornate più limpide non vi verrà difficile intravedere l’intera valle fino al monte di San Calogero che domina sul golfo di Termini Imerese.

BELVEDERE GANCI BATTAGLIA

È uno dei punti strategici per ammirare la costa tirrenica da Cefalù fino a Palermo e, nelle giornate più limpide, intravedere perfino le isole Eolie all’orizzonte. Una foto al tramonto è d’obbligo da quella che venne definita la “terrazza sul Tirreno”.

VIA PARISEA

Da sopra quella rocca, chiamata dagli abitanti Santu Vitu, vi si prospetterà innanzi in maniera inaspettata, uno scenario altrettanto affascinante della parte più “nuova” dell’abitato, la posa ideale di un caratteristico paesaggio siciliano.

PIAZZETTA SCALA

Vi si aprirà innanzi un quadretto pastorale e un panorama idilliaco sulla valle di San Giorgio dove scattare le vostre foto più belle da diverse angolazioni: magari davanti l’abbeveratoio di pietra o la chiesetta del Crocifisso che domina dall’alto il mare, come uno scorcio di paesaggio pittoresco delle isolette greche.

MATRICE VECCHIA

L’originaria area dell’antico castello con delle caratteristiche stradine dove perdersi sia di giorno che di notte. Troverete voi stessi la prospettiva ideale per scattare la vostra foto; magari affacciandovi sul pianoro della chiesa per immortalare un suggestivo scenario sopra la “Bocca dell’Inferno”, oppure sotto il Dammuso, un autentico sottopassaggio medievale da cui si accedeva alla roccaforte. Un unicum nel panorama madonita. Regalatevi una cartolina che arriva direttamente dal Medioevo.

OROLOGIO

Arrivati nei pressi dell’antica torre dell’orologio, uno dei simboli di Gratteri, vi consigliamo anche uno scatto da Via Belvedere per fotografare dall’alto un caratteristico paesaggio che domina la piazzetta del Mulinello.

CHIASSO ALBERTO

Vi porterete con voi uno scatto di un angolo caratteristico e ben curato dell’antico quartiere saraceno nei pressi di quella che veniva citata nel 1500 come la Vucciria Vecchia.

PIAZZETTA MULINELLO

Siete arrivati nel quartiere di la Porta Grandi da cui si accedeva da Vicolo Albanese al limite con il torrente Crati, oggi coperto. Proseguite poi verso la Piazzetta, quindi alzate gli occhi verso l’antica torre dell’Orologio, vi troverete innanzi ad uno dei posti più suggestivi delle Madonie.

MUSEO

Dopo una doverosa visita del museo, vi consigliamo di scattare una foto da quella prospettiva, da cui si riesce a vedere bene quello che riamane del quartiere di la Terra Vecchia nella zona detta Conigliera con le sue mura a precipizio sopra la “Bocca Inferno”.